Chi sono

Ho scelto di titolare il mio blog “Urli di colore” perché i miei dipinti hanno colori accesi, fortemente contrastanti. Sono come urli dell’anima; un misto di gioiosa espressione interiore e malinconia. È evidente a tal proposito il riferimento, in alcune opere , a Van Gogh, per il vigore e la violenza attraverso i quali esprime il suo malessere, e a Klimt per la ricerca decorativa. Ecco, nelle mie opere coesistono questi due elementi: il desiderio di realizzare cose esteticamente piacevoli e il bisogno incontrollato di esprimere un malessere intimo.



sabato 22 dicembre 2007

Le Sirene e Scilla




Lasciata per la seconda volta Circe col vento propizio da lei suscitato, la nave incontra bonaccia davanti all’isola delle Sirene, e così come gli era stato detto, Ulisse mette cera nelle orecchie dei compagni perché il canto ammaliatrice non sentano e se stesso fa legare all’albero della nave. Supplica di essere sciolto quando ode le voci, ma i rematori curvi sui remi portano via la nave, lontano da quelle lusinghe suadenti che perderebbero chi le ascolta. Talvolta il pericolo si ammanta di bell’aspetto e tenta gli uomini, talaltra si presenta con tutto il suo aspetto terribile. Ed ecco infatti dall’altro lato dello stretto del mare mugghiante (la divina Cariddi sta inghiottendo il mare e lo rigetta e non bisogna trovarsi dal suo lato mentre inghiotte), ecco Scilla mostruosa, con dodici piedi informi e sei colli lunghissimi e teste orrende e latrando le teste spinge fuori dall’antro nel quale vive e afferra sei uomini di Ulisse. E così che il Male può essere brutto a apparire pur bello. Quale è peggiore per gli esseri umani?


Enzo Rega

Nessun commento: