Chi sono

Ho scelto di titolare il mio blog “Urli di colore” perché i miei dipinti hanno colori accesi, fortemente contrastanti. Sono come urli dell’anima; un misto di gioiosa espressione interiore e malinconia. È evidente a tal proposito il riferimento, in alcune opere , a Van Gogh, per il vigore e la violenza attraverso i quali esprime il suo malessere, e a Klimt per la ricerca decorativa. Ecco, nelle mie opere coesistono questi due elementi: il desiderio di realizzare cose esteticamente piacevoli e il bisogno incontrollato di esprimere un malessere intimo.



sabato 22 dicembre 2007

I Lotofagi




Veloce e fugace il contatto con i mangiatori di loto, per fortuna degli uomini di Ulisse. Bene li accolgono i lotofagi che offrono loro di quei fiori dal frutto rosso e carnoso che essi mangiano. E chi ne mangia la propria patria dimentica, e gli impegni di uomo e ogni altro piacere che sia diverso da quello che divora le loro menti e rende vuoto lo sguardo. E gli uomini di Ulisse ne mangiano e non vogliono fare più ritorno e a forza il loro capo deve trascinarli sulle concave navi legandoli sotto coperta. E gli altri invita veloci a imbarcarsi perché non mangino a loro volta quel dolce frutto e dimentichino il ritorno. Per gli uomini di Ulisse quella non è dunque una strada senza ritorno, come per molti altri che su quell’isola restano immergendo voraci e dimentichi le dita nel piatto per cibarsi della farina bianca e di sogni falsi.


Enzo Rega

Nessun commento: