Chi sono

Ho scelto di titolare il mio blog “Urli di colore” perché i miei dipinti hanno colori accesi, fortemente contrastanti. Sono come urli dell’anima; un misto di gioiosa espressione interiore e malinconia. È evidente a tal proposito il riferimento, in alcune opere , a Van Gogh, per il vigore e la violenza attraverso i quali esprime il suo malessere, e a Klimt per la ricerca decorativa. Ecco, nelle mie opere coesistono questi due elementi: il desiderio di realizzare cose esteticamente piacevoli e il bisogno incontrollato di esprimere un malessere intimo.



sabato 22 dicembre 2007

Circe




Anche Circe, la dea dai bei capelli, nella casa di pietra nell’isola di Eea, tesse la sua tela, cantando con voce chiara, quando arrivano in avanscoperta gli uomini di Ulisse, che lei tramuta subito in porci, dando loro vino e formaggio mescolato con filtri magici, ai quali scampa solo Ulisse per aiuto di Hermes, e con la dea giace dopo che le ninfe dei boschi, delle fonti, dei sacri fiumi hanno preparato l’alcova, e ottiene che i suoi soldati ritornino uomini. Ma un anno intero deve passare con lei perché l’incantesimo sia rotto e possa essere ripreso il viaggio, ma non ancora per la patria. Gli uomini, costretti a riconoscere la propria parte animale, prima di riconquistare la propria identità, stravolta dalla guerra che bestie li ha resi senza bisogno dell’incantesimo di Circe, dovranno sfidare le ombre dell’altro mondo con la discesa in un altro abisso, dopo quello della propria ferinità.

Enzo Rega

Nessun commento: